Profumi donna

Comme une Fleur: il nuovo profumo di Dear Rose

Una nuova storia profumata per la Maison Dear Rose, costruita intorno a una fragranza fiorita-fruttata. Interpretazione di un fiore, allegoria della femminilità. Un paradosso fra apparire e pretendere, fra vulnerabilità e sensualità. Una donna con una scia boisé che turba i sensi, che si svela conservando sempre una piccola parte di mistero.

Scoppiettante e vibrante, la fragranza si apre con l’essenza del petitgrain e con lo sfaccettato fiore d’arancio. Il cuore di patchouli, boisé, denso e potente, insieme all’effetto dell’ambra grigia e al calore del legno di cashmere creano una potente attrazione verso l’affascinante donna-fiore, simbolo di questa fragranza.

 
 

Samharam e Figo Moro: le due nuove fragranze di Arte Profumi

Samharam

Samharam è una fragranza ispirata all’omonima città sull’antica via dell’incenso, crocevia e punto di partenza della preziosa resina verso ogni angolo del Mediterraneo. Di questa città e del suo porto oggi rimangono le meravigliose rovine, ma la magia del suo incenso racchiusa in questo profumo continua a incantare gli uomini. 

Questo è Samharam: storia millenaria, arte e rapimento mistico.

…una calda luce rossa aleggia sui volti nobili dei carovanieri che, attorno ad un fuoco nomade, si raccontano straordinarie avventure…

Note dominanti:

Franchincenso, Mirra, Benzoino


Figo Moro

Figo Moro è la quinta creazione della linea Artissima che, come le altre, si adatta perfettamente alle esigenze di un pubblico dinamico e moderno. Si tratta di una fragranza verde e allo stesso tempo fruttata: si percepiscono fin da subito le note delle foglie di fico scaldate dal sole e quello dei suoi frutti carnosi, appena dischiusi. Questo profumo rimanda all’inizio dell’estate, al momento più bello, quando le aspettative nei confronti della bella stagione sono al massimo e tutto è possibile. 

…come un acquerello, con rapide pennellate, dal verde brillante delle foglie di fico al viola dei suoi frutti, fino al rosso vermiglio della polpa, disegna, con le sue note, tutta la luce e il calore di un’estate in campagna persa nella nostra infanzia.

Note dominanti:

Fico Verde, Fico nero, Fava Tonka, Muschio

Zero Molecole: i profumi che rispecchiano chi li indossa

Un nome che evoca la magia del profumo, qualcosa che non si vede e che non si tocca, ma c’è: nasce da qui Zero Molecole, il cui nome racchiude un omaggio a quell’infinitesimale parte odorosa da cui ogni profumo ha inizio e al simbolo di Torino, la Mole, la cui forma stilizzata campeggia sulle confezioni di ogni fragranza; è proprio a Torino che Stefania Marzufero Boni, la fondatrice del marchio, ha aperto il suo primo negozio più di 20 anni fa, un piccolo rifugio dedicato alle migliori essenze internazionali.

 
 

Poi, dopo un percorso formativo a Grasse, Stefania ha dato vita alla sua linea di profumi: essenze talcate, gourmand e marine che raccontano i momenti speciali della sua vita; come Iaia e Dudù, i due profumi dedicati alle sue due figlie. E così via: Stromboli, Nuvole, Bollicine… poco a poco sono arrivate tutte le altre fragranze, ognuna caratterizzata da una morbida delicatezza olfattiva che conquista in punta di naso, senza fretta. Quelli di Zero Molecole sono profumi da degustare e da scoprire lentamente… per poi farsi conquistare per sempre.

 
 

Rêve d’Infini, il nuovo profumo da donna di Lalique

 
 

Un sogno sussurrato. Una ricerca dell’Assoluto. Un inno alla donna, fonte inesauribile d’ispirazione per René Lalique, fondatore dell’omonima maison. Rêve d’Infini s’ispira alle creazioni che associano la modernità alle più belle tecniche dell’artigianato. Questo profumo si posiziona sotto il segno dell’infinito, un simbolo presente nelle volute dei gioielli Art Nouveau creati da René Lalique e sul candelabro in cristallo “Séville” prodotto nel 1947 da suo figlio Marc. Nel 2012 questo motivo è diventato l’espressione di un ritorno alle origini: declinato in oro e diamanti nella collezione “Ardente”, segna la rinascita del reparto di alta gioielleria di Lalique. Oggi con Rêve d’Infini questo simbolo dell’eterna femminilità viene tradotto in note olfattive. Infinitamente sensuale. Infinitamente radioso. Infinitamente Lalique.
 

Il profumo

Frizzante, sensuale e vivace, Rêve d’Infini celebra l’eterna femminilità con un bouquet di fiori freschi. Per comporlo, il naso Richard Ibanez ha selezionato una raffinata palette di delicati ingredienti naturali. Puro e scintillante, il bergamotto illumina il tocco acidulo di un litchi dai sentori di rosa. La fresia, che associa il nettare della frutta alla scia inebriante del gelsomino, introduce il cuore fiorito di Rêve d’Infini in cui sboccia il simbolo stesso della femminilità: un elegante assoluto di rosa, satinato da una pesca appena colta che sostiene la forza del cedro. Un fondo setoso di vaniglia, muschi e sandalo prolunga sulla pelle questa sottile armonia di accordi che, dal fiore all’albero passando per la frutta, evoca il ciclo eterno della vita.
 

 
 


Il flacone

Il flacone gioiello d’ispirazione Art Déco di Rêve d’Infini ha un design elegante e moderno. Ode alla bellezza femminile, le sue morbide curve sono decorate con una finitura satinata sfumata che evoca il cristallo e la morbidezza vellutata della pelle. Il collo del flacone, riempito con la fragranza di color rosa cipria, è decorato da un anello in oro rosa inciso con il motivo “Ardente”. Il nome della fragranza, anch’esso in oro rosa, è stampato a caldo sul flacone. Il motivo “Ardente”, in oro rosa brillante, è stampato a caldo sulla parte anteriore dell’astuccio di colore rosa pastello. Una fascia riporta il logo ed il nome della fragranza in rilievo. Come ultimo tocco di raffinatezza, l’interno dell’astuccio è stampato con il motivo dell’infinito.
 

░  Scopri di più sulla Maison Lalique  →  ░

 

Cuir Venitien, il nuovo profumo di David Jourquin

 
 

Gli Champs Élysées illuminati dallo splendore dorato
di Piazza San Marco

Anno dopo anno, David Jourquin svela un nuovo affascinante aspetto del suo universo olfattivo, traendo ispirazione da ogni aspetto della vita - viaggi, stagioni, materiali - catturando le emozioni suscitate da ogni sensazione vertiginosa. Creati per gli amanti delle fragranze sorprendenti con un carattere distintivo, questi profumi abbagliano, mistificano e intrigano. Ogni flacone rivestito di pelle nasconde un mondo intero e ogni goccia, passione pura. 

Anche quando celebra Venezia con la sua laguna, i suoi palazzi ed il suo spirito di festa, David Jourquin ha sempre Parigi nel cuore. Il flacone di Cuir Venitien incarna le linee dritte ed eleganti di un viale parigino. 

La struttura classica della sua custodia in pelle svela sorprendentemente una vorticosa moltitudine di note seducenti che evocano la magia lirica italiana in cui la profondità del Patchouli danza in mezzo alla freschezza dei limoni e del Prunol. 
 

 
 

Il profumo

Cuir Venitien si desta dalla profondità di una notte buia come un sogno cipriato avvolto di cedro e cuoio, delicatamente illuminato da un alone di muschio bianco. L’emozione del frutto della passione e l’audacia del Prunol sono addomesticate dal calore della rosa di maggio e dal fresco gelsomino. Poi, al suo risveglio, offre un magnifico vortice di Bergamotto e Arancia amara. Dal coraggio all’innocenza, Cuir Venitien gioca con i nostri sensi, danzando avanti e indietro da Venezia a Parigi. E da Parigi a Venezia, rendendo omaggio all’amore e all’armonia. 
 

Il flacone

David Jourquin compone universi sensoriali molto personali in cui scivoliamo senza sforzo, come in una seconda pelle o in un paio di guanti in pelle su misura. L’incontro con quest’ultima fragranza inizia quando apriamo la scatola rivestita di carta velina. Poi scopriamo la pelle infinitamente morbida color rosa Marsala che riveste il flacone e ci invita a sbirciare il nettare attraverso un oblò, come se il creatore ci immaginasse prendere il volo per un’avventura. L’esplorazione continua quando il nostro sguardo ed il nostro tatto sfiorano le linee eleganti di questo flacone-gioiello, fino a trovare la raffinatezza del tappo in legno. Il culmine è raggiunto quando la prima goccia sfiora la nostra pelle, innescando un’alchimia assolutamente unica.

Ogni goccia di profumo di David Jourquin contiene una storia, un viaggio, un universo intero. Profondo, in movimento, ispirato, il suo mistero si svela nel momento in cui si fonde con i segreti della vostra pelle. 
 

░  Scopri di più sull'universo olfattivo di David Jourquin→  ░

La nuova fragranza di Dear Rose: Nymphessence

 
 


L’ultima novità del marchio femminile dedicato alle donne

«Un altro giorno lungo il fiume, sei sdraiata,
magnifica nell’erba alta. E quando ti svegli,
i tuoi gesti sono candidi impregnati della grazia
delle ninfe, il sottobosco che ti circonda
ti porta in un mondo incantato dove
si mescolano fiori e frutti, pere e mandarini,
forse magnolie...» 

Dear Rose ha presentato il nuovo profumo della Collezione Song, Nymphessence
Un boisé fiorito, illuminato da una freschezza speziata verde, con tocchi di pepe rosa irresistibilmente colorati da un accordo di pera e mandarino. Impregnato di un cuore fiorito che unisce magnolia, fresia e fiore d’arancio, la sua scia vibra con passione sotto l’intensità dei legni biondi ambrati e dei muschi bianchi. 
Il disegno del flacone è opera dell’artista francese Christophe Brunnquell, un grande amico di Dear Rose.

*Un profumo creato da Fabrice Pellegrin ed Elise Benat

 

░  Scopri tutte le fragranze della Maison Dear Rose  →  ░

Thé Glacé Aqua Parfum (edizione limitata) Terry de Gunzburg

Un sorso di tè in una fresca giornata d’estate

Quando si cerca la freschezza, il tè ghiacciato è il drink ideale. Terry de Gunzburg ha immaginato la nuova creazione nel suo giardino delle erbe aromatiche, ricordando un tè delle Mauritius portato in una borsa da un misterioso ospite. 

Thé Glacé Aqua Parfum è un’Eau Fraîche, rilassante e frizzante, un marchio olfattivo in edizione limitata. La dissetante pozione di una fragranza estiva, una delizia meridiana che associa note luminose e ardenti con energiche note speziate, agrumi e accenti di muschio energizzanti. Terry lo ha voluto incredibilmente spontaneo come una Colonia e disinvoltamente sofisticato come un’Eau de Parfum. Fuso con la pelle estiva o con quella invernale come ricordo del puro piacere e del relax estivo. 

Un’apertura solare che mescola la freschezza degli agrumi al tè nero Bois Cheri delle Mauritius e al frizzante pompelmo italiano, con l’aggiunta di una nota di mandorla che sboccia tra le foglie di tè e la verbena. Poi fiori bianchi, lavanda di Sault e sottili accordi di canfora scaldati dal sole, il tutto potenziato da un trio inaspettato di Mate brasiliano e muschi. 

Dal primo sorso, Thé Glacé Aqua Parfum inonda i sensi con una freschezza tonificante, profonda e indimenticabile. 

Il flacone

Terry rende omaggio a Sonia Delaunay, la rivoluzionaria artista con la quale condivide l’amore per il colore e il grafismo astratto. Coronato dal tappo a goccia di mercurio, il flacone è decorato con un disegno geometrico astratto che ritroviamo anche sull’astuccio, i cui colori luminosi sono ispirati al Mediterraneo e alla Riviera francese. Su uno sfondo bianco solare, le linee in rilievo alternano il verde acido all’oro e all’argento scintillanti. 

Mentha Religiosa, novità Collezione Song Dear Rose

Un ipnotico chiaroscuro

Mentha Religiosa è la nuova fragranza che va ad arricchire la Collezione Song con una nuova, intrigante proposta: la sua raffinata composizione si apre con la menta, fresca e frizzante, accompagnata dagli accenti esperidati e verdi del bergamotto e del petit grain. Poi arriva l’energia vibrante dell’incenso, rinforzato dall’impronta floreale cipriata dell’iris e dell’eliotropio. Infine, la fragranza cede al potere accattivante dei legni fino all’emergere del patchouli, del cedro e della dolcezza carnale dei muschi bianchi. 

*Un profumo creato da Fabrice Pellegrin.